Resina epossidica: il compagno versatile

La resina epossidica non è solo una parola sofisticata per la plastica media. Si tratta di una miscela composita, che viene ruotata in prodotti solidi e flessibili in grado di imitare l’aspetto di materiali in pietra e metallo ad un costo più conveniente e ad una frazione del peso.

La plastica può essere trasformata in milioni di cose, quindi per distinguere la nostra resina da altre materie plastiche o altri tipi di resine, dobbiamo capire le somiglianze e le differenze. I sacchetti per la spesa sono di plastica, ma sono sottili e fragili.

La resina ha molte proprietà tra cui: viscosità (fluidità), spessore massimo dello strato che può essere applicato mediante processo di colata, Durata del processo di indurimento, Proprietà di adesione su superfici di materiali diversi, Grado di durezza dopo il completamento della trasformazione

RESINA SILEICOM

Come viene utilizzata la resina epossidica?

Essenzialmente, la resina epossidica è molto versatile e può essere utilizzata per diversi tipi di progetti artistici e artigianali come:

  • Impermeabilizzazione dei suoli negli spazi abitativi
  • Tenendo tappeti di pietra dentro e fuori
  • Guarnizione resistente ai tagli del piano di lavoro in cucina
  • Pezzi di resina epossidica e legno come taglieri
  • Idee di ristrutturazione moderne per gli edifici più vecchi
  • Gioielli in resina epossidica
  • Riparazioni rapide con una speciale resina UV
  • Oggetti d’arte in resina epossidica come immagini d’arte in resina
  • Muffa di cozze e figurine di ogni tipo
  • Oggetti decorativi come geodi in resina e piatti di Petri in resina
  • Mobili in resina senza tempo come tavoli in resina epossidica
  • Pavimenti in resina per i destinatari della doccia
  • Sigillante impermeabile per pavimenti in garage
  • Stampa di manufatti e materiali in resina
  • Auto-costruzione di acquari e terrari
  • Riparare e incollare piccoli pezzi insieme
  • Resina come strato di finitura per la costruzione di barche
  • Tavole kitesurf
  • Progetti di creazione di modelli

Cosa devo considerare quando acquisto la resina?

Le resine epossidica sono ora disponibili presso molti rivenditori specializzati e la maggior parte dei negozi fai da fare. La scelta è di solito ancora maggiore quando si ordina via Internet, dove spesso è possibile ottenere questi materiali al miglior prezzo. Online, probabilmente troverai di gran lunga la più ampia selezione di varianti di prodotto di alta qualità per tutte le possibili aree di applicazione presso molti rivenditori.

Se stai appena iniziando a lavorare con resine epossise, potresti essere scoraggiato dal fatto che molti componenti epossidica non sono davvero economici. Ma questo non dovrebbe essere un motivo per voi di cercare sempre le offerte più economiche. Dopo tutto, le varianti di prodotto offerte a prezzi particolarmente bassi a volte possono essere di qualità così inferiore che costano punti di soddisfazione e demotivare, per non parlare del fatto che potrebbe rovinare completamente il tuo lavoro.

Alcuni prodotti possono anche contenere solventi sicuri per la salute che evaporano durante il processo di essiccazione. Il materiale potrebbe non indurirsi completamente o è difficile da mescolare prima del processo di essiccazione. Alcune resine a buon mercato non impressionano con la loro trasparenza cristallina, ma appaiono leggermente giallastre durante il trattamento. Questa spiacevole tonalità giallastra può essere intensificata in seguito con un po ‘di sole.

Gioielli tendenti alla resina? Ti piace??

L’elenco dei materiali che possono essere utilizzati per creare bellissimi gioielli o accessori onirici è quasi infinito. Ma praticamente nessun altro materiale è così versatile e può essere trattato individualmente come resina epossidica. Se la superficie cristallina è di per sé un’assoluta cattura dell’occhio, è possibile evocare pezzi insoliti unici con piccoli dettagli incorporati come perline, pietre o fiori. Nella resina, questi elementi mettono bei accenti e rimangono per sempre.

Nel seguente articolo, vi mostreremo con molti suggerimenti e trucchi come si può facilmente creare il proprio prezioso gioielli in resina epossidica.

Cosa possiamo usare come resina per i gioielli?

Per la produzione dei vostri singoli pezzi di gioielli epossidica, avete la scelta tra diverse resine: resina epossidica, resina UV o resina di poliestere. Tutte le varianti sono disponibili in un negozio di ferramenta, in un negozio di artigianato o in tutti i casi online. Con resina epossidica e resina di poliestere, il giusto rapporto di miscelazione è estremamente importante per un risultato ideale.

Si dovrebbe seguire le istruzioni del produttore sulla confezione con molta attenzione quando si miscela resina e indurimento. La resina è spesso disponibile in contenitori relativamente grandi. L’induritore, tuttavia, è spesso disponibile in bottiglie più piccole. La ragione è che la resina epossidica per lo stampaggio deve essere mescolata in proporzioni irregolari.

Differenze tra resine

La più grande differenza tra resina epossidica e resina di poliestere è il tempo di indurimento e l’aspetto. Poiché la resina di poliestere è molto robusta e si asciuga rapidamente, viene spesso utilizzata per parti di muffa come piastre sagomate, costruzione di stampi o nella costruzione di barche. Di solito è leggermente nuvoloso quando indurito. Resina epossidica, d’altra parte, con il suo aspetto cristallino, è molto più adatto per la trasformazione in gioielli e accessori.

Un’ottima alternativa è la resina UV. Questo si indurisce in pochi minuti con una lampada UV e non c’è bisogno di mescolare due componenti. Uno svantaggio è che i livelli possono essere lanciati solo molto finemente. Questo non è così importante quando si fanno gioielli, in quanto di solito sono piccoli pezzi.

Quali oggetti possono essere gettati in resina?

Non ci sono limiti alla creatività quando si selezionano gli elementi da fluire nella resina. Fiori, adesivi, perline, pietre, paillettes, cibo o anche insetti reali preparati – tutto è possibile. A volte è consigliabile testare l’effetto di tale elemento nella resina prima di affondare l’oggetto effettivo.

È molto più facile lavorare con elementi solidi, compatti ma non troppo pesanti, in quanto non perdono la loro forma in resina epossidica come piccole perline, paillettes o fiocchi di mica. Questi possono anche essere mescolati con resina senza problemi. Oggetti pesanti come cristalli e piccole pietre devono essere versati tra i diversi strati di resina, altrimenti affonderanno. La resina di colata è di bassa viscosità, cioè consistenza molto sottile.

Gli oggetti filigree come materiali naturali o fiori secchi devono essere collocati nella resina ancora liquida con grande destrezza, altrimenti potrebbero apparire come grumi sgradevoli nella resina. In questo caso, può essere utile sigillare gli elementi con colla asciugamano in anticipo.